Select Page

Doppio minimo doppio massimo.

 

Oggi trattiamo un argomento molto comune nell’analisi tecnica e cioè la formazione su un grafico di un qualsiasi strumento finanziario di un DOPPIO MINIMO o di un DOPPIO MASSIMO, situazioni queste che spesso preludono ad un cambio di trend o comunque ad un forte ritracciamento e ci possono fornire buoni spunti operativi.

Questi tipi di PATTERN quindi fanno parte della famiglia di quelli di inversione, di conseguenza, un doppio minimo si formerà al termine di un trend ribassista, viceversa, un doppio massimo lo ritroveremo al termine di un forte trend rialzista.

Il termine doppio significa che il prezzo per ben due volte cerca di superare un livello di prezzo importante senza però riuscirci e solitamente tra i due tentativi ci sarà una momentanea inversione della tendenza principale, un ritracciamento più o meno marcato.

Durante questa fase anche i volumi tenderanno a contrarsi e a diminuire sensibilmente.

Come già detto più volte mai basarsi su una sola indicazione ma contestualizzare sempre al meglio. Durante un doppio massimo, ad esempio , potremo anche guardare il MOMENTUM, notare se si vedono delle chiare divergenze. Infatti, ipotizzando di trovarci di fronte ad un chiaro trend rialzista e notando per la seconda volta un tentativo di superare un livello di prezzo importante potremo consultare l’indicatore MOMENTUM e se questo, a differenza del prezzo che segna un nuovo massimo, ci evidenzia un massimo inferiore allora avremo un ulteriore conferma di debolezza e il doppio massimo a quel punto potrebbe essere interpretato come chiaro segnale di inversione.

Sul grafico che osserviamo quindi andrà a formarsi la famosa M ribassista in caso di doppio massimo e la classica figura a W rialzista in caso di doppio minimo.

 

Ti incuriosisce il mondo del trading e vorresti saperne di più? scopri di più qui

 

Quindi questi due modelli grafici sono certamente molto validi e se contestualizzati al meglio ci possono dare buone probabilità di riuscita durante la nostra operatività. Trovare i giusti SET UP con le più elevate percentuali di riuscita ci possono assicurare , ovviamente con il giusto MONEY MANAGEMENT, una profittabilità costante nel lungo periodo portandoci ad essere dei veri TRADER e non dei semplici scommettitori. Lo studio, la formazione e la continua ricerca di set up contestualizzabili e ripetibili sono la base , le fondamenta su cui costruire il nostro futuro in un settore molto interessante e remunerativo.

Per concludere vediamo in pratica cosa avviene durante queste fasi di mercato.

Per il DOPPIO MINIMO (W) , dopo una prima correzione al rialzo si nota ad un rimbalzo del prezzo che riporta la quotazione al livello o nei pressi del minimo precedente. Quindi avremo a questo punto un chiaro livello di SUPPORTO che i prezzi non sono riusciti a rompere. Proprio qui dovremo valutare bene questo livello per determinarne la validità e attendibilità, magari guardando se anche nel passato è stato testato più volte , o se si tratta di un prezzo importante es. numero pieno o di figura o mezza figura. A questo punto se il prezzo torna a rimbalzare su questo livello e supera il massimo relativo precedente ci troveremo con buone probabilità di fronte ad un doppio minimo che ci preannuncia una inversione di tendenza.

 

Vuoi provare il nostro servizio e avere 1° mese GRATIS registrati qua www.brainprofx.sc

 

Esistono due modi di operare in caso di doppio minimo e si basano sul grado di rischio che un trader vuole avere.

Se un trader è più aggressivo non aspetterà alcuna conferma ed entrerà a mercato appena il prezzo romperà al rialzo il precedente massimo.

Viceversa , nel caso di un trader più prudente , aspetterà una conferma, cioè , dopo la rottura del massimo un ritest dello stesso , un PULLBACK, a quel punto dopo la rottura al rialzo della prima candela del rimbalzo ci sarà l’entrata a mercato. Sono due scuole di pensiero opposte , la prima darà sicuramente profitti più grandi perché il trade sarà preso dall’inizio dell’inversione, ma si sarà più esposti a falsi segnali o comunque si rischierà di restare intrappolati in laterale per un periodo più o meno lungo e questo non giova psicologicamente. Nel secondo caso, quello più PRUDENZIALE , si otterranno meno trade perché a volte il prezzo partirà subito con forza in direzione rialzista e di conseguenza si perderà una buona occasione, ma certamente si avranno anche meno possibilità di falsi segnali. I PULLBACK non si manifestano molte volte , soprattutto quando ci sono inversioni violente, ma quando capitano aumentano sensibilmente la percentuale di riuscita del trade.

Ovviamente lo stesso ragionamento fatto in precedenza per il doppio minimo vale per il doppio massimo (M) ma il tutto rapportato ad un trend rialzista, quindi prezzi che toccano due volte un massimo, un livello importante di RESISTENZA.

 

Vorresti diventare un Trader profittevole con il nostro Servizio Didattico Operativo? CLICCA QUI

 

Se ti è piaciuto l’articolo potrebbe interessarti anche:

Pin It on Pinterest

Open Chat
Need Help?
Hi, Can I help you?